Diasome

Black Beret Life Sciences, LLC

Diasome

La piattaforma tecnologica di Diasome si basa sull'uso della tecnologia proprietaria HDV per somministrare una vasta gamma di ormoni e farmaci criticamente necessari al fegato, nel quale il corpo immagazzina principalmente il glucosio. Le forme attualmente disponibili di insulina iniettata, utilizzate da tutti i pazienti affetti da diabete di tipo 1 e da un'alta percentuale di persone con diabete di tipo 2, non sono in grado di funzionare allo stesso modo dell'insulina prodotta naturalmente. Il sistema HDV di Diasome è stato concepito per migliorare il modo in cui funziona l'insulina in pazienti diabetici, consentendo a una maggiore quantità di insulina iniettata di raggiungere le cellule che immagazzinano il glucosio del fegato. Ciò è di fondamentale importanza perché il fegato è l'unico organo che può sia immagazzinare (per prevenire l'iperglicemia) sia rilasciare il glucosio (per prevenire l'ipoglicemia).  Tuttavia, il fegato richiede l'insulina per attivare l'immagazzinaggio del glucosio durante i pasti e le insuline con iniezione periferica faticano a raggiungere il fegato.  Consentire al fegato di rilasciare lo zucchero immagazzinato è necessario soprattutto di notte, durante l'esercizio fisico e quando non si mangia per evitare che i livelli di zucchero nel sangue si abbassino alla soglia di pericolo (una condizione potenzialmente pericolosa chiamata ipoglicemia).

La pipeline di Diasome include molteplici formulazioni iniettate e orali di insuline mirate al fegato sia per i pazienti diabetici di tipo 1 sia per quelli di tipo 2 pronti per la fase 3. L'azienda sta inoltre sviluppando un composto orale di prima classe per i pazienti affetti da diabete di tipo 2 sulla base di una nuova ricerca sul normale metabolismo del glucosio e un nuovo meccanismo di azione, insieme a un composto orale a base di nanotecnologia che può avere un impatto cruciale nel trattamento dell'obesità.